Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo di liberalizzazione delle telecomunicazioni: il caso della telefonia mobile

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Zaccagnini Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6825 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>I CAPITOLO</b> <br/> <br/><b>INTRODUZIONE</b> <br/> <br/><b>II CAPITOLO</b> <br/> <br/><b>LA TEORIA ECONOMICA NEI SERVIZI PUBBLICI</b> <br/> </b>2.1 I PRINCIPALI CASI DI FALLIMENTO DEL MERCATO<br/> </b>2.1.1 ASSENZA DI UN MERCATO DI LIBERA CONCORRENZA<br/> </b>2.1.2 LE ECONOMIE DI SCALA<br/> </b>2.1.3 IL MONOPOLIO<br/> </b>2.1.4 L'ESTERNALITA'<br/> </b>2.1.5 I BENI PUBBLICI<br/> </b>2.1.6 LE ASIMMETRIE INFORMATIVE<br/> </b>2.2 CARATTERISTICHE DEL MONOPOLIO NATURALE<br/> </b>2.2.1 IL CASO DI AZIENDE MONOPRODOTTO<br/> </b>2.2.2 IL CASO DI AZIENDE MULTIPRODOTTO<br/> </b>2.3 SOSTENIBILITA' DI UN MONOPOLIO NATURALE<br/> </b>2.3.1 QUANDO UN MONOPOLIO E' SOSTENIBILE<br/> </b>2.3.2 QUANDO UN MONOPOLIO NON E' SOSTENIBILE: IL CREAMSKIMMING<br/> </b>2.3.3 LA CONTENDIBILITA' DEI MERCATI<br/> </b>2.4 LA REGOLAMENTAZIONE<br/> </b>2.4.1 INTERVENTI DI REGOLAMENTAZIONE NEL CASO DI AZIENDE MONOPRODOTTO<br/> </b>2.4.2 INTERVENTI DI REGOLAMENTAZIONE NEL CASO DI AZIENDE MULTIPRODOTTO<br/> </b>2.4.3 LE DIVERSE FORME DI REGOLAMENTAZIONE<br/> </b>2.4.4 LA REGOLAMENTAZIONE DIRETTA E LA TEORIA DEI RAPPORTI DI AGENZIA<br/> </b>2.4.5 I DUE GRANDI FILONI<br/> </b>2.4.6 LA REGOLAMENTAZIONE DEI PREZZI: PRICE-CAP<br/> </b>2.1 LA POLITICA DELLA CONCORRENZA<br/> <br/><b>III CAPITOLO</b> <br/> <br/><b>LA TELEFONIA NEI PAESI ANGLOSASSONI</b> <br/> </b>3.1 LE TELECOMUNICAZIONI BRITANNICHE: L'EVOLUZIONE<br/> </b>3.1.1 LE TAPPE DELLA CONCORRENZA<br/> </b>3.1.2 IL SETTORE DELLA TELEFONIA MOBILE<br/> </b>3.1.3 LA TELEFONIA DI TERZA GENERAZIONE: L'ASTA UMTS<br/> </b>3.2 STORIA DELLE TELECOMINICAZIONI AMERICANE<br/> </b>3.2.1 IL TELECOMMUNICATIONS ACT DEL 1996<br/> </b>3.2.2 LA FEDERAL COMMUNICATIONS COMMISSION<br/> </b>3.2.3 ILSETTORE DELLA TELEFONIA CELLULARE<br/> </b>3.2.4 CENNI ALLA TELEFONIA DI TERZA GENERAZIONE<br/> <br/><b>IV CAPITOLO</b> <br/> <br/><b>LA TELEFONIA MOBILE ITALIANA</b> <br/> </b>4.1 STRUTTURA DELL'INDISTRIA DELLE TELECOMUNICAZIONI<br/> </b>4.2 L'EVOLUZIONE STORICA DELLE TELECOMUNICAZIONI IN ITALIA<br/> </b>4.3 IL SETTORE DELLA TELEFONIA MOBILE IN ITALIA<br/> </b>4.3.1 CARATTERISTICHE DELLA COMUNICAZIONE MOBILE<br/> </b>4.3.2 LA POLITICA DI LIBERALIZZAZIONE DELL'UNIONE EUROPEA NEL SETTORE<br/> </b>4.3.3 LA CARATTERISTICHE DEL MERCATO<br/> </b>4.3.4 EVOLUZIONI DELLA CONCORRENZA<br/> </b>4.3.5 DIFFERENZA DEL SISTEMA RADIOMOBILE ITALIANO CON QUELLO DEI PRINCIPALI PAESI EUROPEI<br/> </b>4.3.6 CENNI ALLA TELEFONIA DI TERZA GENERAZIONE<br/> <br/><b>V CAPITOLO</b> <br/> <br/><b>TELECOM ITALIA MOBILE</b> <br/> </b>5.1 IL PRIMO GESTORE DI TELEFONIA MOBILE IN ITALIA<br/> </b>5.1.1 PROFILO DELLA COMPAGNIA E STRATEGIE DI SVILUPPO<br/> </b>5.1.2 ASPETTI REGOLAMENTARI<br/> </b>5.1.3 ASPETTI ORGANIZZATIVI E FINANZIARI<br/> </b>5.1.4 IL GRUPPO TIM NEL MONDO<br/> <br/><b>VI CAPITOLO</b> <br/> <br/><b>CONCLUSIONI</b> <br/> <br/><b>BIBLIOGRAFIA</b> <br/>

Indice della Tesi di Andrea Zaccagnini

Indice della tesi: Il processo di liberalizzazione delle telecomunicazioni: il caso della telefonia mobile, Pagina 4