Il problema della traduzione nel doppiaggio cinematografico in Italia

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marco Cevoli Contatta »

Composta da 303 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 35725 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 68 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Marco Cevoli

Anteprima della tesi: Il problema della traduzione nel doppiaggio cinematografico in Italia, Pagina 13
Mostra/Nascondi contenuto.
7 ruoli, la direzione in sala degli attori/doppiatori (come il regista sul set), l’interpretazione da dare ai personaggi da doppiare e in generale l’ultima parola su qualsiasi aspetto del lavoro. Dato che molto raramente 8 gli attori hanno la facolt di vedere il film nella sua interezza, Ł il direttore di doppiaggio che li guida nella comprensione delle singole scene. Il direttore di doppiaggio Renzo Stacchi afferma che uno dei compiti piø delicati non Ł tanto quello di dirigere gli attori, che sono di solito professionisti irreprensibili, bens quello di giudicare e valutare il lavoro svolto dal punto di vista del pubblico. 9 Il diret- tore di doppiaggio - afferma ancora - da un lato deve es- sere perfettamente vigile su quello che succede in sala di registrazione, dall’altro deve estraniarsi e osservare tutto con distacco assumendo la posizione neutrale propria del pubblico, affinchØ il doppiaggio risulti una ri- scrittura del film accettabile tanto quanto l’originale. Il copione originale viene nel frattempo tradotto piø o meno letteralmente da un traduttore esterno o dal dia- loghista stesso o - molto di rado - dal direttore di dop- piaggio. Il dialoghista, o adattatore, Ł colui che inter- viene sulla traduzione modificandola in modo da adeguarla ai movimenti labiali e ai gesti degli attori sullo schermo, 8 I direttori del doppiaggio da noi intervistati affermano che se in passato qualche attore visionava il film, oggi non lo fa piø nessuno. 9 R. Stacchi, colloquio personale con l’autore, Roma, 1 ottobre 1996.