Skip to content

Indici di Benessere

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Di Giacomo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Economia aziendale e bancaria
  Relatore: Valentina Sabato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 85

Questo lavoro si propone di mostrare le inadeguatezze che caratterizzano il Pil come indice di benessere e di reddito, di esporre le critiche all’impostazione classica che identifica nella crescita economica il mezzo attraverso il quale migliorare le condizioni di vita della popolazione, di descrivere alcune delle proposte alternative nella misurazionee nella definizione del benessere, di effettuare confronti tra le valutazioni che esse offrono e, in ultimo, di prospettare la possibilità di scegliere un indice alternativo maggiormente adeguato rispetto al Pil.
Il lavoro si sviluppa in 4 capitoli. Nel primo capitolo si introducono le diverse concezioni di benessere, al fine di individuare un quadro teorico di riferimento. In particolar modo si ripercorrono i principali momenti del dibattito circa la definizione del benessere sociale attraverso l’esposizione degli alternativi approcci sull’argomento, dall’economia del benessere pigouviana alle impostazioni molto più recenti, come gli approcci dello sviluppo umano e dello sviluppo sostenibile.
Nel secondo capitolo si prende in considerazione il Pil, tracciandone la storia, descrivendone le metodologie di calcolo e introducendo le critiche più comuni che a questo indice vengono rivolte.
Il terzo capitolo presenta una rassegna dei principali indicatori di benessere alternativi al Pil. Dopo l’introduzione di uno specifico schema classificatorio, si approfondiscono le tematiche relative alla costruzione di questi indici e le critiche a cui essi sono soggetti.
Il quarto capitolo è dedicato al confronto di realtà socio-economiche diverse, al fine di evidenziare le peculiarità di ciascun indice e di mostrarne punti di forza e di debolezza.Infine l’ultimo capitolo presenta alcune considerazioni conclusive.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il continuo miglioramento delle proprie condizioni di vita è, forse, l’obiettivo principale dell’esistenza di ogni individuo. Le scienze sociali, e in particolar modo l’economia, pongono al centro della propria indagine l’individuo, quale componente della società. L ’economia, infatti, studia l’organizzazione delle risorse, scarse per definizione, al fine di soddisfare gli infiniti bisogni umani. Il benessere individuale, con qualche approssimazione, può essere espresso come il grado di soddisfacimento dei bisogni che dominano l’esistenza di ogni individuo. Ciascun individuo dispone di informazioni circa la propria condizione e le determinanti fondamentali del proprio benessere; egli, in altre parole, è consapevole del proprio livello di benessere, degli elementi che lo hanno generato e degli aspetti della propria vita che potrebbe modificare per ottenere livelli maggiori di soddisfacimento. Il concetto di benessere è recepito, inoltre, anche a livello collettivo, poiché l’individuo vive all’interno di una società. Il benessere sociale, tuttavia, è un concetto che presenta degli elementi di criticità, poiché non ne esiste una definizione condivisa. Tradizionalmente, il problema è stato risolto adottando l’approccio che identifica il benessere nel livello di reddito dell’individuo; analogamente, il benessere sociale consisterà nel livello di reddito nazionale. Il ragionamento alla base di questa ipotesi, seppur con qualche approssimazione, può essere sintetizzato nel modo seguente: il benessere di una collettività dipende dalla misura in cui gli individui che la compongono riescono a soddisfare i propri bisogni; poiché le merci, cioè l’insieme di beni che possono essere scambiati sul mercato, sono il mezzo attraverso il quale soddisfare i bisogni umani, disporne di quantità maggiori permette il raggiungimento di livelli sempre più elevati di benessere sociale. Per questo motivo, nel corso degli anni, il Prodotto interno lordo (Pil), nato per misurare il valore dei beni e dei servizi finali prodotti in un paese, è stato interpretato come principale indicatore di benessere; parallelamente si sono sviluppate teorie che identificano nella crescita economica, cioè la variazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

welfare
pil
amartya sen
gpi
isew
sviluppo umano
latouche
pareto
wellness
paradosso della felicità
indice di sviluppo umano
economia del benessere
decrescita
capabilities
life-satisfaction
easterlin
hpi
indici di benessere
pigou
functionings
calcolo degli indici
new economics foundation
friends of the earth

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi