Skip to content

Definizione di Kabbalah

Termine che indica la tradizione esoterica del misticismo giudaico e in particolare il movimento che iniziò in Europa dal XII-XIII secolo. Attinge alla coscienza mistica della trascendenza di Dio e della sua immanenza nella vera vita religiosa. Nel suo significato originario di "ricezione" indica il concetto di continuità col passato e anche il senso di responsabilità che questa eredità spirituale implica.

di Stella Pietropaolo

Visita la sua tesi » ''La dottrina si tramanda in silenzio e non tramite il silenzio'' Le interpretazioni della mistica ebraica nel pensiero di Gershom Scholem