Skip to content

Definizione di Problem-solving

Modello teorico elaborato da Helen Perlman negli anni 50. È utilizzato dagli operatori del servizio sociale nella conduzione del processo d'aiuto con l'utente.
Consiste nell'individuazione e successiva scomposizione del problema in parti sempre più semplici.
Va oltre lo schema diagnosi-trattamento; l'utente infatti viene guidato dall'operatore verso un processo di apprendimento sociale, attraverso il quale tramite l'attivazione delle proprie risorse interne impara nuove modalità di comportamento, che gli permetteranno di risolvere i problemi che incontra quotidianamente in modo autonomo.
L'operatore infatti non si pone soltanto al di sopra dell'utente, quest'ultimo a sua volta, non si presenta solo come destinatario passivo delle prestazioni del servizio; ma diviene sotto la supervisione dell'operatore promotore del proprio benessere.

di Lina Daniela Bevacqua

Visita la sua tesi » Bullismo: ricerche e strategie d'intervento