Skip to content

Definizione di Letteratura potenziale

La letteratura ricercata, studiata, teorizzata e praticata dall'OuLiPo (appunto, Ouvroir de Littérature Potentielle - Opificio di letteratura potenziale), fondato nel 1960 da François Le Lionnais e Raymond Queneau nell'ambito del Collegio di Patafisica [v. voce] di Parigi. L'OuLiPo era «una singolare consorteria di letterati, dediti a escogitare bizzarre invenzioni partendo da regole formali severamente costrittive, improntate a uno spiccato gusto matematizzante» (cit. di Mario Barenghi). «Il carattere "potenziale" della letteratura praticata dall'OuLiPo risiede nel fatto che si tratta di una letteratura ancora inesistente, ancora da farsi, da scoprire in opere già esistenti o da inventare attraverso l’uso di nuove procedure linguistiche, una letteratura mossa dall’idea che la creatività, la fantasia trovano uno stimolo nel rispetto di regole, di vincoli, di costrizioni (contraintes) esplicite, come ad esempio quella di scrivere un testo senza mai usare una determinata lettera (lipogramma)» (cit. di Paolo Albani).

di Gabriele Marino

Visita la sua tesi » «Paesaggi immaginari»: critica ufonica e discografia potenziale - Recensioni e dischi (im)possibili nel giornalismo rock