Skip to content

Definizione di Folksonomia

Nel caso della tassonomia, la classificazione e l’accesso ai contenuti avviene per categorie: la struttura di classificazione è predefinita e quindi ogni concetto viene messo in relazione con più categorie/sottocategorie fissate a priori. In un contesto partecipativo che vede coinvolti migliaia di utenti, quale quelle del Web 2.0, la mancata flessibilità di questo sistema costituisce un grande problema. Di conseguenza si assiste oggi a un passaggio a un sistema che consente agli utenti di categorizzare e archiviare le informazioni liberamente e in modo collaborativo, semplicemente assegnandogli un’etichetta, una parola chiave (un tag) che consenta di ritrovarle utilizzando un motore di ricerca: grazie al sempre maggiore utilizzo dei tag da parte di chi utilizza la rete, si stanno affermando le folksonomies, cioè tassonomie e categorizzazioni generate dagli utenti in modo collaborativo. In questo modo si formano dei percorsi di navigazione dinamici basati su tag, che si vengono a creare sulla base dell’etichettatura dei contenuti scelta liberamente da parte degli utilizzatori delle applicazioni e che riflettono i modelli concettuali delle persone che li creano. Cambia quindi il ruolo degli utenti: mentre con il sistema tassonomico era il gestore del sito web a classificare le informazioni presenti nel sito, oggi è la comunità degli utenti a organizzare i contenuti della rete.

di Jessica Sartori

Visita la sua tesi » Collaborazione e ICT in sanità: analisi delle potenzialità del Web 2.0 e definizione di un modello per la collaborazione multidisciplinare tra professionisti e pazienti affetti da neuropatie croniche