Skip to content

Definizione di Cct (Certificati di Credito del Tesoro)

Titoli del Tesoro a tasso variabile della durata di 7 anni. Gli interessi sono corrisposti con cedole semestrali posticipate che vengono indicizzate al rendimento del Bot del semestre precedente. Sulla remunerazione incide anche lo scarto di emissione, ovvero la differenza tra il valore nominale del titolo e il prezzo pagato. Le modalità per richiedere l'acquisto dei Cct sono le stesse in uso per i Bot e i Ctz (possibilità di acquisto all'ingrosso come al dettaglio). Il costo della commissione per gli intermediatori è dello 0,30% ed è a carico del Tesoro.
L'indicizzazione delle cedole dei Cct funziona secondo il seguente meccanismo: si considera il rendimento lordo dei Bot semestrali nell'ultimo anno, lo si dimezza, e si aggiunge un margine, detto anche spread, di 15 punti base, ovvero lo 0,15%. Quando fu introdotto nel mercato, nel 1991, questo margine era di 50 punti base, per poi passare a 30, fino ad arrivare agli attuali 15.
In passato la durata delle emissioni di Cct è stata molto variabile, passando dai 2 ai 10 anni. Al momento la sola durata delle emissioni di Cct fatte dal Tesoro è di 7 anni.

di Antonio Di Bartolomeo

Visita la sua tesi » La sostenibilità del debito pubblico: uno sguardo dopo la crisi dei titoli sovrani in Europa