Skip to content

Definizione di Ger

Ebraico per “proselita”. Un convertito alla religione ebraica è conosciuto come un ger tzedek, o “straniero giusto”. La conversione implica la circoncisione per l’uomo e, alla presenza di tre giudici di un tribunale, il bagno in un mikveh; per le donne è previsto il solo bagno rituale. Colui che aspira alla conversione dovrebbe essere “scoraggiato con la mano sinistra mentre la mano destra lo avvicina”; così la conversione dovrebbe venir rifiutata le prime tre volte, ma poi il proselita dovrebbe essere accettato. In pratica però poiché molti vogliono convertirsi per sposare degli ebrei, è possibile si debba aspettare alcuni anni prima di essere convertiti.

di Dino Fabbrini

Visita la sua tesi » Il matrimonio nel diritto ebraico