Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Esce L'Uomo Qualunque

27 dicembre 1944

Esce il primo numero del settimanale "L'Uomo Qualunque", con una tiratura complessiva di circa ottantamila copie. Ne è fondatore il commediografo napoletano Guglielmo Giannini, che si fa interprete del diffuso sentimento di insofferenza e insoddisfazione, soprattutto nell'Italia meridionale, verso la classe politica dirigente, da parte dell'Uomo Qualunque, l'uomo della vita quotidiana, l'uomo che incarna i valori della folla, l'uomo oppresso e torchiato dai capi e dai falsi ideali, come quello della patria, dell'eroismo e dell'amore, su cui gli stessi capi fondano il proprio potere.
Intorno al nuovo giornale si avvicineranno la piccola e media borghesia, strati del sottoproletariato, uniti dall'anticomunismo, dal timore di sovversioni, dall'esigenza di ordine e di governi efficienti – temi trattati e difesi dall'Uomo Qualunque – ma anche la Confindustria, che lo finanzierà fino al 1947.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Algeria: il Fronte Islamico di Salvezza vince le elezioni
  Evento successivo

Cinema: la prima proiezione a pagamento