Skip to content

Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

L'intervento nel mezzogiorno viene decentrato

1 marzo 1986

Con la legge n. 64 vi è una svolta radicale nell'intervento nel Mezzogiorno rispetto al passato, anche se finirà per esserlo soltanto dal punto di vista dei soggetti competenti e delle modalità operative e non, purtroppo, dal punto di vista dei risultati, che rimarranno oltremodo modesti. La legge 64/86, in sostanza, abolisce la centralità dell'intervento, il meccanismo operativo unitario rappresentato dalla Cassa per il Mezzogiorno viene meno, per far posto ad una molteplicità di soggetti, di natura pubblica e privata, tutti legittimati ad ottenere il finanziamento degli interventi e delle attività che siano previsti dagli atti di programmazione approvati dal CIPE, e di attuarli secondo le procedure previste dal proprio ordinamento. Con questa legge, quindi, l'azione pubblica per lo sviluppo del Sud viene qualificata come funzione in comune fra Stato, Regioni ed Enti locali.

Tesi correlate:

  • La politica strutturale nel Mezzogiorno: un'analisi critica
    di Roberto Alpini
  • Vecchie e nuove strategie per lo sviluppo industriale: l'ASI di Bari e il Patto Territoriale
    di Sebastiano Petrone
Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Certificata la clonazione di Dolly
  Evento successivo

Eugenio Pacelli diventa Papa Pio XII