Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Il Times pubblica I protocolli dei Savi Anziani di Sion

8 maggio 1920

Sul londinese «Times», in un articolo dal titolo "The Jewish peril. A disturbing pamphlet: a call for inquiry", compaiono per la prima volta in Europa "I protocolli dei Savi Anziani di Sion", un pamphlet sulla "reale essenza dello spirito ebraico". L'opera diviene presto un best-seller e la sua diffusione segue anche la fine del conflitto mondiale, nonostante la scoperta che si tratta di un clamoroso falso. Esisterebbe, secondo l'autore, un segreto direttorio mondiale dell'Internazionale ebraica con l'obiettivo di instaurare il dominio degli ebrei sul globo per mezzo delle idee radicali, socialiste, comuniste. E il pamphlet ne sarebbe la prova, provenendo proprio dall'interno di quel nascosto e diabolico consesso. In realtà l'opera ha visto la luce in Russia nel 1905, contenuta nel capitolo XII di un'opera di un fanatico religioso ortodosso, Sergèj Aleksàndrovic Nilus, dal titolo "Il grande nel piccolo, l'Anticristo quale possibilità politica imminente. Scritti di un ortodosso". Poco più di un anno dopo, il Times farà pubblica ammenda, informando i suoi lettori che l'opera è in gran parte copiata da un pamphlet diretto contro Napoleone III, edito nel 1865 da Maurice Joly, con il titolo "Dialogues aux enfers entre Montesquieu et Machiavel".

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

L'Italia chiede l'ammissione all'ONU
  Evento successivo

Il Piano Schumann