Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Napoleone stanzia 150.000 franchi per i mercati a Roma

27 luglio 1811

Per dotare la città di Roma di servizi indispensabili, Napoleone emette un decreto che stabilisce la nomina di una commissione per iniziare «senza il minimo indugio i progetti per i mercati e i mattatoi», stanziando la somma di 50.000 franchi per i primi e di 100.000 franchi per i secondi. La situazione dei mercati di Roma è infatti rimasta ancorata alla tradizione dei mercatini rionali, localizzati nelle principali e, spesso, monumentali piazze cittadine; ciò, oltre a comportare problemi di ordine igienico e ad impedire un efficace controllo dei prezzi, compromette l'immagine storica ed il decoro della città. D'altra parte la macellazione avviene ancora nelle singole botteghe dove le bestie vengono condotte a forza attraverso le vie cittadine. Il decreto napoleonico intende sanare questa situazione, ma la caduta del governo francese ne impedirà la realizzazione.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate


Evento precedente

Nasser annuncia la nazionalizzazione del canale di Suez
  Evento successivo

Pio X censura la Lega democratica nazionale