Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Vietato agli ebrei l'esercizio del commercio ambulante

30 luglio 1940

Con la circolare n. 54299 viene ritirata la licenza ai venditori ambulanti ebrei di tutta Italia, senza nemmeno aspettare la scadenza annuale. L'esercizio del commercio ambulante è vietato agli ebrei di tutte le categorie. Nessuna discriminazione è stabilita per quanti abbiano coniuge e prole ariana. Singolare è la situazione di Roma, dove esercitano la professione oltre 800 commercianti ebrei, pari al 75% dell'intera categoria romana. Le proteste delle autorità ebraiche alla segreteria interprovinciale dell'ente nazionale fascista della Cooperazione ed al prefetto solamente alla fine di dicembre porteranno, dietro intervento diretto del Duce, alla concessione di una proroga di tre mesi (fino al 31 marzo) a quanti abbiano famiglia a carico, per consentirgli la liquidazione della merce in giacenza.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Il primo congresso del Partito popolare italiano
  Evento successivo

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni