Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Cinque uomini delle SA condannati a morte

22 agosto 1932

Cinque uomini delle SA, colpevoli dell'omicidio di un operaio comunista, vengono condannati a morte dal tribunale di Beuthen. La sentenza provoca gravi disordini all'interno del Land, e spinge Hitler ad indirizzare ai condannati un telegramma che rappresenta una vera e propria dichiarazione di guerra ai principi basilari dello Stato di diritto. In questo telegramma il capo dei nazionalsocialisti scrive: «Camerati, in occasione di questo spaventoso giudizio capitale mi sento vicino a voi con una fedeltà senza limiti. La vostra libertà è per noi sin d'ora una questione d'onore. La lotta contro un governo che ha permesso tutto ciò è nostro dovere». La mancanza di coraggio spingerà il Cancelliere Papen a concedere il 2 settembre la grazia ai cinque di Beuthen, e dunque, in pratica, la liberazione dopo che Hitler sarà salito al potere. E' la sconfitta del governo di fronte al terrore politico, e lo stesso Papen, nelle sue memorie, riterrà questo gesto di pietà un «grave errore politico».

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

I carri armati russi entrano in Cecoslovacchia
  Evento successivo

Patto di non aggressione tra Germania e URSS