Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Una nuova Carta dei diritti per l'Algeria

27 agosto 1947

Viene votato lo statuto (una nuova "carta dei diritti") per l'Algeria. Esso contiene cinque importanti riforme: La soppressione delle communes mixtes, da sostituirsi con consigli democraticamente eletti; la soppressione del governo militare dei territori sahariani, da sostituirsi con quello civile di dipartimento; il riconoscimento dell'arabo a lingua ufficiale accanto al francese; la separazione tra chiesa e stato per la musulmana come per le altre religioni; la concessione del diritto di suffragio elettorale alle donne musulmane. In ogni caso, l'iniquo sistema del doppio collegio (il primo collegio elettorale comprende tutti i cittadini francesi – nel '54, circa 500.000 elettori – più un certo numero di musulmani meritevoli per un totale di 60.000 individui. Il secondo collegio comprende gli elettori facenti parte della restanti schiera dei nove milioni di musulmani), continuava ad avvantaggiare la minoranza europea che politicamente pesa quanto l'intera popolazione musulmana.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino
  Evento successivo

Introdotto il giuramento di fedeltà al regime dei professori