Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Le Leggi di Norimberga

15 settembre 1935

In occasione del congresso del partito nazionalsocialista, vengono approvate per acclamazione due terribili leggi, che passeranno alla storia come le famigerate Leggi di Norimberga. La prima, la «Legge per la cittadinanza del Reich», stabilisce l'esistenza di due gradi di cittadinanza. Soltanto chi abbia sangue tedesco può essere considerato «cittadino del Reich» (Reichsbürger) e, come tale, beneficiare dei pieni diritti civili e politici; tutti gli altri sono declassati al rango di semplici «cittadini dello Stato» (Staatsangehöriger), cioè di sudditi. L'appartenenza alla confessione religiosa viene invocata per dimostrare l'appartenenza biologica alla razza. La seconda, la «Legge per la protezione del sangue e dell'onore tedesco», proibisce il matrimonio tra ebrei e non ebrei e lo sottopone a pene detentive severissime. Ad essere vietati sono pure i rapporti extraconiugali, sanzionati però con pene meno gravi. E il tutto è esteso persino agli animali di proprietà degli ebrei! I tribunali distribuiranno senza distinzione pene per contaminazione razziale e la stessa giurisprudenza specificherà che pure semplici baci rientrano nella fattispecie prevista dal reato.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Nasce l'Opec
  Evento successivo

Il primo film in Cinemascope