Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

L'attentato di Luxor

17 novembre 1997

Alle 10 di mattina, sei uomini sequestrano un pullmino turistico e si dirigono al Tempio di Deir al Bahm, nella località turistica egiziana di Luxor. Giunti sul luogo, aprono il fuoco prima contro i pullman turistici parcheggiati e poi contro i turisti in visita al tempio di Hatshepsut. Dopo aver fatto fuoco sulla folla di turisti che si trova all'esterno, i terroristi entrano nel tempio dove nel frattempo i visitatori superstiti si sono rifugiati, li raggiungono e aprono il fuoco nuovamente, colpendoli prima alle gambe per impedirne la fuga, poi li fanno inginocchiare e sparano nuovamente. I superstiti sono uccisi con un colpo alla testa ed è tagliata loro la gola. Tutta l'azione si svolge in circa quarantacinque minuti. Quando le forze dell'ordine raggiungono il luogo dell'attentato, i terroristi si dirigono verso la Valle dei Re e lì si separano: alcuni vanno verso il deserto, mentre altri, dopo aver bloccato un pullman e ucciso i passeggeri, si dirigono a sud. Durante la fuga forzano un posto di blocco uccidendo alcuni agenti e impossessandosi delle loro armi. Non appena la polizia riesce a raggiungerli, inizia uno scontro a fuoco che si protrae per circa tre ore concludendosi con l'uccisione dei terroristi. Le vittime dell'attacco sono: sessanta turisti (francesi, svizzeri, giapponesi, inglesi e tedeschi), sette egiziani (sia poliziotti che civili) e i sei terroristi.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Sudafrica: annuncio sull'abolizione della segregazione razziale
  Evento successivo

Le sanzioni: una nuova fase della storia d'Italia