Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28

Esce Die Zeit

21 febbraio 1946

La prima copia di Die Zeit fa la sua comparsa nelle edicole. Riscuoterà subito un grande successo, grazie soprattutto ai suoi innumerevoli attacchi agli alleati inglesi. Die Zeit si definisce un foglio liberale: «Tolleranza anche nei confronti di quanti la pensano in modo diverso, nella misura in cui non ricorrano alla violenza, libertà di pensiero e difesa delle minoranze, nella misura in cui non cerchino di terrorizzare la maggioranza. Intendiamo essere un forum per i diversi punti di vista ma continueremo a dire e a scrivere che non è tanto il fine quello che conta quanto i mezzi con i quali si intende realizzare quel fine». Die Zeit non segue una precisa linea di un partito: chi lo legge, infatti, fatica a trovare un'unica ideologia politica, i vari articoli offrono diversi punti di vista e, soprattutto, diversi "accenti" politici. Uno dei motti della testata è: «Non diciamo le cose che fanno piacere a qualcuno, non vogliamo accontentare nessuno. Un parere diverso dal nostro verrà comunque rispettato e riceverà uno spazio sul giornale». Questo è, indubbiamente, uno degli "ingredienti" del successo di Die Zeit, al quale contribuisce anche la libertà dei giornalisti che possono scrivere tutto ciò che credono sia giusto.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La legge Merlin
  Evento successivo

Gardini acquisisce il controllo dell'Enimont