Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Soppresso il Ministero dell’Economia Nazionale

12 settembre 1929

Il Ministero dell'Economia Nazionale viene soppresso ed i relativi uffici sono trasferiti per intero al Ministero delle Corporazioni. La coesistenza di due Ministeri destinati a presiedere alla vita economica nazionale, nel periodo tra il 1926 ed il 1929, era infatti nettamente in contrasto con il sistema corporativo. Il Ministero dell'Economia era in sostanza l'antico Ministero di Agricoltura Industria e Commercio, cioè quel Dicastero con il quale è stato attuato l'intervento nella vita economica durante il regime liberale e secondo i principi di questo. Tale intervento, che si riduceva ad un controllo di polizia, resterà successivamente assorbito e superato dal nuovo sistema corporativo fascista. Continuare a tenere divisa in due distinti Dicasteri l'azione statale nel campo economico significherebbe ammettere la compatibilità di due forme diverse d'intervento: quella "negativa" dell'antica polizia dell'industria e del commercio e quella "positiva", costruttiva e fattiva, rappresentata dall'azione delle corporazioni e dei sindacati. La prima forma d'intervento deve necessariamente divenire parte ed aspetto della seconda: come primo passo di tale confluenza, occorre riunire i servizi interessanti in qualsiasi modo l'economia e la produzione in un unico organismo amministrativo, il quale non può essere che il Ministero delle Corporazioni.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Pinochet prende il potere
  Evento successivo

Arafat-Rabin: storica stretta di mano