Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

L'Armata Rossa rovescia il governo di Imre Nagy

4 novembre 1956

Imre Nagy lancia un drammatico appello radiofonico alle 5,15 della mattina: «Nelle prime ore odierne le truppe sovietiche hanno iniziato un attacco contro Budapest all'apparente scopo di rovesciare il locale governo democratico del paese. Le nostre truppe sono impegnate in battaglia con le forze sovietiche. Il governo è al suo posto. Questo è il mio messaggio al popolo ungherese e al mondo». La sera Budapest è pressoché totalmente occupata dall'Armata Rossa. Lo stesso giorno, Kadar costituisce un nuovo governo, che prende le distanze sia dai passati regimi di Rákosi e Gerö ma anche dalle "colpe" di Nagy. Il nuovo Primo ministro ungherese annuncia di aver chiesto l'aiuto sovietico per schiacciare le forze della reazione e ristabilire l'ordine e preannuncia l'inizio di negoziati con i sovietici per il ritiro delle truppe non appena la normalità sia tornata in tutto il paese.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Johnson eletto presidente
  Evento successivo

Alluvione in Piemonte