Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Joaquín Ruiz Giménez nuovo ambasciatore di Spagna in Vaticano

12 dicembre 1948

Martín Artajo sostituisce il marchese di Aycinena come Ambasciatore presso la Santa Sede con Joaquín Ruiz Giménez. Il Ministro degli Esteri non si identifica con la linea di condotta del vecchio Ambasciatore, che non ha raggiunto un sufficiente grado di influenza all'interno della diplomazia vaticana. Il nuovo Ambasciatore, al contrario, in virtù della sua amicizia con Giovanni Battista Montini, Prosegretario di Stato della Santa Sede per gli Affari ecclesiastici straordinari, è considerato l'uomo adatto per sondare la disponibilità del Vaticano alla preparazione di un nuovo Concordato. A tal fine è stato lo stesso Martín Artajo a raccomandare al generale Franco il nome di Ruiz Giménez per guidare l'Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede. Ruiz Giménez può godere, inoltre, all'interno degli ambienti vaticani, di una solida fama derivante dalla passata attività di presidente dell'organizzazione cattolica internazionale "Pax Romana".
Il nuovo Ambasciatore è considerato così vicino agli ambienti vaticani da essere giudicato, da alcuni settori del regime, più un rappresentante del Vaticano che della Spagna franchista.
Con queste aspettative Ruiz Giménez si presenta a Roma, per porre «nelle mani trasparenti, quasi lucide, di Sua Santità Pio XII», le proprie credenziali di Ambasciatore di Spagna presso la Santa Sede.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Il protocollo di Kyoto
  Evento successivo

Malta diventa una Repubblica