Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28

Il Cda Olivetti dà il via al blitz su Telecom

21 febbraio 1999

Il Cda Olivetti dà il via al "blitz" per la conquista di Telecom, il cui obiettivo sembra essere quello di dare a Telecom un azionariato più stabile che garantisca un maggior "impriting" imprenditoriale. L'Opa ha per oggetto il 100% delle azioni ordinarie di Telecom, il prezzo è di 10 Euro suddivisi in: 6 Euro in contanti, 2.6 Euro in obbligazioni della "Tecnost" a cinque anni e 1.4 Euro in azioni "Tecnost" frutto di un aumento del capitale senza diritto d'opzione di almeno 10 miliardi di Euro. La ricapitalizzazione avverrà in modo da mantenere in portafoglio il 55% di "Tecnost" e di conseguenza di controllare la Telecom con il 67% del capitale salva la facoltà di accettare un quantitativo di azioni inferiori e alla intervenuta approvazione dell'operazione da parte delle competenti autorità.
Coinvolti nell'operazione ci sono una serie di istituti di credito italiani ed esteri che dovranno coprire il corrispettivo in denaro.
Per quanto riguarda le sorti della Tim, Olivetti ha chiarito che non verrà ceduta ma si prevede una riduzione delle partecipazioni senza ledere il controllo. Sono inoltre previste le dismissioni delle partecipazioni di Omnitel e Infostrada alla Mannesman per evitare problemi con la legge Antitrust.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La legge Merlin
  Evento successivo

Gardini acquisisce il controllo dell'Enimont