Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Juan José Arévalo eletto Presidente del Guatemala

15 marzo 1945

Juan José Arévalo viene eletto Presidente del Guatemala con l'85% dei voti. E' un insegnante ed ha vissuto in esilio in Argentina durante i 14 anni della dittatura ubichista, insegnando filosofia all'università di Tucumán. Ha scritto libri su ogni argomento, dalla politica alla storia e alla geografia, che vengono usati nelle scuole guatemalteche, è pertanto un nome conosciuto e, secondo i tre rivoluzionari, Arbenz, Arana e Toriello, possiede le caratteristiche ideali per ricoprire quella carica.
Il nuovo Presidente si trova di fronte alla necessità di riformare un paese che da molti anni è sottoposto a una dittatura spietata e repressiva, e che si era avvalsa di strumenti giuridici capaci di assecondare e legittimare la propria politica. Arévalo ora ha a sua disposizione una nuova Costituzione plasmata secondo gli ideali ispiratori della Rivoluzione e tale da potergli permettere di perseguire la realizzazione di un duplice obiettivo: instaurare nel paese una democrazia formale e perseguire la modernizzazione dell'economia del paese.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Mattei attira il risentimento delle compagnie petrolifere
  Evento successivo

Il sequestro di Aldo Moro