Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Hitler annuncia ai suoi generali che attaccherà la Polonia

23 maggio 1939

Il giorno dopo la firma del Patto d'Acciaio, Hitler tiene una riunione segretissima con i massimi capi militari tedeschi e afferma che il vero motivo della crisi con la Polonia non è Danzica, ma la necessità di espandere ad Oriente lo spazio vitale tedesco e di risolvere il problema del Baltico; si dice deciso a «spingere a fondo alla prima occasione utile» l'azione contro la Polonia, anche se è sicuro che questa volta, diversamente da quello che è successo con la Cecoslovacchia, ci sarà la guerra. Quindi compito della diplomazia tedesca è quello di isolare la Polonia perché non vi sia un conflitto simultaneo con l'Occidente; il conflitto con la Polonia sarà un successo solo se le potenze occidentali ne saranno tenute lontano; se ciò non fosse possibile, sarebbe opportuno «attaccare ad Occidente e regolare la Polonia nello stesso tempo».
Hitler afferma inoltre: «Una alleanza della Francia, Inghilterra e Russia contro di noi, indurrebbe Germania, Italia, Giappone ad attaccare Inghilterra e Francia con pochi colpi annientatori». Tale decisione, che deve essere tenuta celata sia all'Italia che al Giappone, mostra chiaramente che i tedeschi, pur cercando di evitarlo (essendo anche convinti che al momento decisivo Regno Unito e Francia si sarebbero tirati indietro), non escludevano affatto un conflitto generale su tempi brevi.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La Legge Reale
  Evento successivo

L'Italia dichiara guerra all'Austria-Ungheria