Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

L'Australia annuncia che aiuterà gli Usa in Corea

26 luglio 1950

Il Ministro degli Affari Esteri australiano Spender annuncia che unità di tutti e tre le forze armate australiane sarebbero saranno impegnate nella guerra di Corea, fissando l'impiego di un battaglione di fanteria per la fine dell'anno e di ulteriori due battaglioni per l'inizio del 1952; inoltre assicura l'assistenza della Marina Reale Australiana nelle acque coreane e la partecipazione alle operazioni di una squadriglia di caccia dell'Aviazione Australiana.
Il governo liberale australiano, ansioso di sviluppare stretti legami difensivi con gli Stati Uniti, capisce che la guerra è un'ottima occasione per guadagnare credito nei confronti degli americani. Nel governo colui che meno appoggia questa posizione è il Primo Ministro filo-britannico Menzies, che vorrebbe subordinare l'intervento australiano a quello inglese; mentre il primo sostenitore dell'intervento immediato a fianco degli americani è il Ministro degli Affari Esteri Spender, che in questa occasione afferma: «Noi crediamo di avere il dovere di giocare un ruolo importante in un'area del mondo in cui siamo geograficamente situati, un'area del mondo in cui gli Stati Uniti stessi hanno importanti interessi strategici».

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

L'arresto di Mussolini
  Evento successivo

L'equo canone