Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Seduta inaugurale della Conferenza di pace sulla Iugoslavia

7 settembre 1991

Si svolge all'Aja la seduta inaugurale della Conferenza di pace sulla Iugoslavia – la cui presidenza è stata affidata a Lord Peter Carrington, già segretario generale della NATO e ministro degli Esteri inglese – cui partecipano i ministri degli Esteri dei Dodici, i presidenti delle sei repubbliche jugoslave, il presidente federale Mesic, il Primo ministro Markovic ed il ministro degli Esteri jugoslavo Loncar.
Nonostante il clima di soddisfazione dei rappresentanti europei – dimentichi, forse, del fatto che la conferenza è stata resa necessaria dal fallimento della linea politica adottata fino ad allora dall'Europa – il dibattito si apre in un contesto politico piuttosto complesso. L'Europa, infatti, si presenta alla conferenza indebolita da tre mesi di mediazioni fallimentari che hanno prodotto quindici accordi di pace sottoscritti e mai rispettati, ancora divisa al suo interno – con alcuni dei suoi rappresentanti che paiono ancora disorientati dalla piega presa dagli eventi, come l'italiano De Michelis, che ha definito – esagerando in modo evidente - quella che si sta combattendo in Jugoslavia «una guerra inventata dai mass-media, una montatura».
Inoltre, i serbi di Krajina e Slavonia hanno fatto sapere al Consiglio d'Europa che all'Aja non intendono essere rappresentati da Belgrado, aggiungendo in tal modo un ulteriore elemento di tensione al clima in cui la CEE si appresta ad aprire la Conferenza.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La strada di Federico Fellini debutta al Festival di Venezia
  Evento successivo

Badoglio annuncia alla radio l'armistizio con gli Alleati