Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Il fattaccio del 30 novembre

30 novembre 1938

L'ambasciatore francese François-Poncet, su invito di Ciano, assiste ad un discorso alla Camera dei Fasci e delle Corporazioni, riguardante la posizione italiana durante la crisi cecoslovacca, pronunciato dallo stesso conte Ciano. Ad un certo punto del discorso, da alcuni gruppi di "deputati" si alzano grida: «Tunisi, Corsica, Savoia, Gibuti». Più che una dimostrazione sembra una provocazione; e molti, sia in Italia, sia all'estero, la considereranno tale.
Chiunque sia stato il suo ideatore, una cosa è incontrovertibile: la manifestazione del 30 novembre, oltre ad umiliare François-Poncet, determina il fallimento, sia dei tentativi francesi, di riavvicinamento all'Italia, sia dei piani di Mussolini di approfittare delle difficoltà francesi per realizzare una prima parte delle sue rivendicazioni verso di essi: i rapporti tra i due paesi andranno vicino alla paralisi, se non addirittura al conflitto.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

L'Onu sancisce la nascita dello Stato di Israele
  Evento successivo

Storico incontro tra Giovanni Paolo II e Gorbaciov