Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Alle scene Non fare ad altri... di Roberto Bracco

22 dicembre 1886

Al Teatro Sannazzaro di Napoli viene data alle scene la commedia Non fare ad altri.... E' la Compagnia di Ermete Novelli a firmare l'atto di esordio di Roberto Bracco.
Venuta alla luce per un caso fortuito (l'ozio forzato dell'autore per un piccolo incidente) e grazie all'amicizia tra l'affermato "mattatore" e il giovane Bracco, la commedia conquista subito il pubblico.
Veri protagonisti di questa piccola farsa sono le "gaffes" e gli equivoci, ed è la situazione in se stessa, con le varie combinazioni e sorprese, a rendere gustosa e piacevole la commedia.
L'intreccio poi è complicato e divertente: un tale viene arrestato dal brigadiere e condotto nell'ufficio di Polizia perché sorpreso a fuggire dalla casa del commissario. Interrogato proprio da questi, lasciando trasparire una certa agitazione, subito confessa di essere un ladro. La sua versione vacilla quando gli viene trovato indosso un ritratto di Betta, moglie dello stesso commissario, con una dedica alquanto compromettente.
La donna viene convocata immediatamente per fornire spiegazioni sull'accaduto. Il marito, risoluto e con fare minaccioso, le mostra per sbaglio un altro ritratto, che nella confusione è stato scambiato con quello della serva, conservato gelosamente dal brigadiere come segno della loro relazione amorosa.
Il maldestro "incidente probatorio" restituisce a Betta sicurezza e persino audacia, tanto che risponde alle pesanti "illazioni" del marito con sarcasmo apertamente offensivo.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

De Gaulle eletto Presidente della Repubblica Francese
  Evento successivo

Il Servizio Sanitario Nazionale