Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Al giudice di pace competenza anche in materia penale

28 agosto 2000

A completamento del progetto di riforma della procedura penale, iniziata con l'introduzione delle norme in materia di Giudice Unico, proseguito con l'introduzione dei principi di "giusto processo", il Consiglio dei Ministri vara il decreto legislativo 274/2000, che attribuisce al giudice di pace competenza anche in materia penale.
La riforma costituisce una mini rivoluzione nel campo del processo penale che punta ad alleggerire il carico di lavoro dei magistrati ordinari, costretti a confrontarsi con una lunghissima serie di reati minori che inevitabilmente finiscono per rallentare il corso della "giustizia", a garantire il diritto del cittadino ad un giusto processo e, soprattutto, a garantire la sua aspettativa di vedere individuati e puniti i responsabili dei reati.
Con l'attribuzione alla magistratura onoraria della competenza in materia penale, viene introdotto un doppio circuito giudiziario penale: la magistratura professionale per i reati più gravi ed il giudice di pace per quelli di minore gravità, i quali di regola comportano anche una maggiore facilità nella ricerca e nella valutazione delle prove, nonché una minore probabilità di recidiva.
Ma, soprattutto, la competenza penale del giudice di pace reca con sé la nascita di un diritto penale più "leggero", dal "volto mite" e che punta dichiaratamente a valorizzare la "conciliazione" tra le parti come strumento privilegiato di risoluzione dei conflitti.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Firmato il Concordato tra la Santa Sede e il Governo spagnolo
  Evento successivo

Mondadori pubblica Gatsby il magnifico