Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Si chiude l'Opas Olivetti-Tecnost su Telecom

21 maggio 1999

L'ultimo giorno dell'Opas Olivetti su Telecom è determinante per decidere il risultato finale. Nella mattinata è stato raggiunto solo il 44% delle adesioni, non sufficiente a garantire il dominio a Colaninno, ma la partita si chiuderà alle 17:00. Poco più tardi, alla cordata Olivetti riunita negli uffici di Mediobanca, giunge l'annuncio che anche Gianni Agnelli ha deciso di aderire all'Opas. Di lì a poco giungono numerose altre sottoscrizioni da gruppi vicini all'Avvocato, Unicredito e Rolo, ma anche Generali e Alleanza, Comit, Ina, ed anche, sorprendentemente, Imi-San Paolo. In pratica, quello che sarebbe dovuto essere il "nocciolo duro" di Telecom non ha garantito la stabilità del gruppo di controllo nell'azienda, di fatto, "tradendo" Franco Bernabè, il quale ha riposto la sua fiducia negli azionisti del nucleo stabile per controbattere Colaninno.
In effetti, i motivi del comportamento del nocciolo duro non sono chiarissimi, quasi certamente vi sono state trattative nascoste che hanno mutato gli assetti del potere intorno a Telecom.
L'Opas Olivetti-Tecnost si chiude con la vittoria per Colaninno, il quale riesce ad acquistare il 52,12% delle azioni ordinarie di Telecom, conquistando il controllo certo della società con il minor sforzo finanziario possibile.
Il CdA Telecom decade per dimissione presentata dalla maggior parte dei Consiglieri.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Approvato lo Statuto dei Lavoratori
  Evento successivo

La Legge Reale