Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

La Dichiarazione Karakhan

25 luglio 1919

Il commissario degli Affari Esteri del governo di Mosca, Lev Karakhan, rinuncia pubblicamente ai privilegi che la Russia zarista deteneva in Cina, come le concessioni di Hankou e Tientsin, l'extraterritorialità, la partecipazione russa alla gestione delle dogane e della gabella, la quota d'indennità dei Boxers, ed altro ancora.
La Dichiarazione Karakhan contribuisce a rendere ancor di più la Russia un paese verso il quale la Cina non nutre alcun risentimento particolare, a differenza dei sentimenti xenofobi che il popolo cinese ha maturato nei confronti delle altre grandi potenze occidentali, ree di aver più volte intaccato l'integrità territoriale e di essersi intromesse nella gestione degli affari di stato.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Cgil, Cisl e Uil creano la federazione Unitaria
  Evento successivo

Nasser annuncia la nazionalizzazione del canale di Suez