Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"Ti o visto nella foto e sembra che non hai cambiato niente". L'emigrazione tra corrispondenza e fotografia.

Il lavoro intende applicare ad un fenomeno caratteristico come quello migratorio, della realtà meridionale, uno strumento di studi tradizionale, ma riproposto di recente all’attenzione delle scienze sociali: il metodo biografico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE In questo mio lavoro, ho cercato di applicare ad un fenomeno caratteristico come quello migratorio, della realtà meridionale, uno strumento di studi tradizionale, ma riproposto di recente all’attenzione delle scienze sociali: il metodo biografico. Nel primo capitolo, che ha carattere introduttivo, ho cercato di ricostruire le dinamiche migratorie con informazioni di tipo documentario e statistico. Ho ripercorso parte della letteratura classica sull’emigrazione. Ho cercato di definire il ruolo delle rimesse nello sviluppo economico italiano, caratterizzandolo non come un aspetto secondario connesso all’emigrazione, ma evidenziandone in particolar modo il loro apporto alla formazione dei bilanci familiari nelle zone di esodo. Nel secondo capitolo ho parlato invece dei modi in cui il metodo biografico è stato applicato allo studio dell’emigrazione. Mi sono soffermata sulle funzioni delle lettere d’emigrazione, ed ho poi analizzato un caso specifico: le lettere inviate all’emigrante Impieri Luigi (mio Nonno) da parte di nonna Filomena.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Angelina Vivona Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1890 click dal 04/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.