Skip to content

La politica estera del Portogallo e l'Europa

Informazioni tesi

  Autore: Fulvio Papouchado
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Diritto delle Comunità Europee
Anno: 1998
Docente/Relatore:
Istituito da: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

L’adattamento del Portogallo alla vita comunitaria si è realizzato senza troppi traumi, non avendo esso sollevato riserve di principio sull’ideale dell’integrazione europea, anzi la sua partecipazione ha incoraggiato innovazioni nella struttura della Comunità. L’integrazione è stata considerata dai vari governi degli ultimi quindici anni come un traguardo dello sviluppo economico e sociale e vista come obiettivo di politica interna ed estera. Lo sforzo del Portogallo è stato coronato dal successo: il paese ha centrato i requisiti posti dal Trattato di Maastricht per entrare nell’Unione Monetaria Europea e quindi, al termine del Consiglio dei ministri della Comunità, il 3 maggio 1998, esso è stato inserito, senza sorprese, tra gli undici paesi ammessi alla nuova area monetaria e adotterà anch’esso l’euro come propria moneta corrente. In questo lavoro affronto la questione di come il paese ha superato le tappe storiche che lo hanno condotto verso questo traguardo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Capitolo primo Il Portogallo nel primo Novecento: uno sguardo d’insieme Nel Portogallo dei primi anni del ventesimo secolo, come anche nella vicina Spagna, la società era profondamente permeata dei valori religiosi custoditi dalla onnipresente Chiesa e dai suoi ordini, tra cui spiccava la Compagnia di Gesù. I gesuiti avevano, nel Portogallo di allora, un enorme potere; essi organizzavano l’insegnamento in scuole più qualificate di quelle statali, dirigevano centri di ricerca e disponevano di mezzi di informazione. Inoltre, la Chiesa possedeva beni immobiliari ovunque, partecipava ad attività commerciali e finanziarie. Fu contro la permissività della Chiesa e anche contro la monarchia che, all’inizio del 1908, iniziarono delle sommosse di militanti operai armati le quali, seppur prive della guida delle organizzazioni sindacali, ebbero successo nel minare le fondamenta della monarchia (De Sousa, 1972:17). Le elezioni municipali tenutesi nel novembre dello stesso anno videro la supremazia del partito repubblicano nelle maggiori città, ma non nelle campagne, dove la monarchia aveva ancora grande seguito (Pabón, 1945:379). Per sedare queste ribellioni, il re Carlos I riesumò una vecchia legge che prevedeva la deportazione per i rei di delitti politici. Poco tempo dopo, il 1/2/1908, l’impopolare re e il principe ereditario Luis Felipe vennero assassinati da congiurati repubblicani che probabilmente godevano dell’appoggio di dissidenti monarchici (Albonico, 1977:33). Inoltre, la borghesia nazionalista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunità europea
euro
portogallo
portugal
revolução dos cravos
rivoluzione dei garofani
salazar
sme
viriato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi