Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sistema Software Personalizzabile e Multicanale per il Commercio Elettronico

La tesi di laurea da me svolta propone la creazione di una soluzione per il commercio elettronico di tipo business-to-consumer. L’idea è stata quella di creare sia un’applicazione che astraesse il concetto stesso di negozio dalla singola realtà applicativa sia di renderla indipendente dal terminale che ne fa uso. L’ambito del progetto di tesi è stato perciò principalmente applicativo ma diversi mesi sono stati impiegati in fasi di studio e ricerca.

Il progetto ha preso forma principalmente in due distinte fasi:
Una prima parte della tesi, svolta come progetto di Diploma Universitario nell’anno 2001, ha visto la creazione di un sistema personalizzabile per il commercio elettronico mentre una seconda parte ha visto l’integrazione dello stesso con la funzionalità multicanale.

1)Il sistema personalizzabile per l’e-commerce
Sono stati analizzati gli aspetti generali del commercio elettronico, gli elementi funzionali, come la gestione dei cataloghi, dei carrelli, degli ordini, dei sistemi di pagamento, gli aspetti architetturali, le tecnologie client-side e server-side nonché gli aspetti legati alla sicurezza dei sistemi.
Gli studi effettuati sono serviti poi per analizzare e confrontare tra loro soluzioni per il commercio elettronico proposte da altre aziende e già esistenti sul mercato. I sistemi analizzati sono stati: WebStore di Faraday, Vignette di Vignette Inc. e WebSphere di IBM.
Il passo successivo ha finalmente visto la creazione della mia soluzione di e-commerce. I punti chiave della soluzione proposta hanno riguardato:
- La definizione di un’architettura three-tier del sistema, in grado di garantire scalabilità al sistema.
- L’analisi e la produzione di diagrammi Entity-Relationship degli aspetti funzionali del sistema, quali gestione del catalogo, del carrello, delle valute multiple, della presentazione multi lingua, dell’utente e dell’ordine.
- Generazione del database relazionale e definizione sia dello schema navigazionale dell’intero sistema sia del contenuto delle singole pagine web. Per gestire i dati su database è stata poi creata un’apposita interfaccia web utilizzata come amministrazione.
- Implementazione della soluzione utilizzando principalmente gli strumenti inclusi nell’application server scelto (Apple WebObjects 4.5).

La soluzione è stata applicata ad un caso reale: il negozio online di un noto editore milanese di libri d’arte.

Integrazione funzionalità multicanale:
Dato l’inarrestabile sviluppo del Mobile Internet, si è pensato di aggiungere alla stessa la funzionalità multicanale. Partendo dall’obiettivo principale di utilizzare il nuovo markup language XHTML Basic ci si è prefissati la creazione di un motore multidevice che fosse indipendente dal linguaggio di presentazione (HTML, WML o XHTML) e che potesse sfruttare interamente la logica applicativa già sviluppata.
Anche qui, dopo una prima fase di studio del contesto applicativo e di analisi sulla possibile integrazione di questi concetti nel sistema già creato, è stata progettata la nuova architettura del sistema che prevede l’utilizzo di un motore esterno specifico per la gestione della presentazione su terminali mobili. (telefoni cellulari, palmari, smartphone...) Il “multidevice-engine”, nome del modulo software progettato, sfrutta le tecnologia XML per la descrizione dei dati e XSLT per la definizione del foglio stile. Un ulteriore lavoro progettuale ha visto la definizione dello schema navigazionale utilizzato nei device mobili e dei relativi contenuti differenziati per terminale (per esempio le caratteristiche fisiche dell’oggetto possono vincolare la quantità di infomazioni rappresentate nel display). L’implementazione del “multidevice- engine” è una servlet Java che preleva i contenuti in XML dal sistema di e-commerce e applica loro uno stylesheet sfruttando l’XSLT processor Xalan di Apache. Attualmente, usando degli emulatori software, è possibile navigare tra i negozi online sia con terminali che interpretano WML (telefoni cellulari) sia che interpretano l’XHTML Basic (palmari).

A progetto concluso posso ritenermi soddisfatto del lavoro svolto visto che da una parte ho potuto verificarne la validità in quanto il software realizzato è in produzione dall’altro ho potuto verificarne la facile integrabilità con nuovi moduli software che ne aumentano le funzionalità. Le tecnologie derivate da XML e utilizzate per la separazione dei dati dalla loro presentazione hanno inoltre dato valore al prodotto creato permettendo una facile integrazione di nuovi terminali mobili.
La soluzione non può tuttavia considerarsi conclusa; alcuni argomenti quali la gestione del C.R.M. (Customer Relationship Management), i pagamenti tramite carta di credito oppure l’esposizione dei servizi del sistema in modalità Web Services possono essere ben integrati nel sistema ed essere delle ottime proposte per ulteriori progetti di tesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Internet, nato per supportare la gestione della documentazione di progetti di ricerca, è in continua evoluzione e, nei giorni nostri, si è imposto prima come nuova tecnologia per la comunicazione poi come strumento per la gestione di grandi quantità di dati entrando così in competizione con i tradizionali media, quali la radio, la televisione e la stampa. Lo sviluppo della Rete consente di intravedere un mondo nel quale il costo dell’informazione tende a ridursi, la distanza costituisce sempre di meno un ostacolo e i mezzi per poterla utilizzare sono sempre più diffusi, semplici da usare e accessibili a tutti. Oltre a questo, la rivoluzione dell’informazione può essere considerata un processo che mira alla mobilitazione delle risorse necessarie per il soddisfacimento dei bisogni umani in perenne trasformazione. Di qui, l’importanza che sta assumendo Internet come canale commerciale fra imprese e mercati. Da queste premesse nasce il concetto di Commercio Elettronico. Utilizzare Internet come canale per il commercio porta una serie di benefici sia all’acquirente sia all’esercente. Il cliente può infatti trovare una maggiore scelta sui prodotti, un prezzo più competitivo, una personalizzazione del servizio, una semplicità di pagamento nonché con le attuali tecnologie mobili, una facilità di interazione con il negozio disponibile in ogni luogo e per ogni ora. Dall’altro lato, il negoziante trova un mercato potenzialmente planetario che migliora così la competitività globale delle imprese. Le transazioni, a loro volta, possono svilupparsi lungo tutto l’arco della giornata senza interruzioni ed in tempo reale. Dal punto di vista informatico, un negozio virtuale può essere definito come un insieme di programmi che consentono di vendere beni o servizi tramite mezzi telematici. Nel corso degli anni si sono delineate le principali funzionalità che questi programmi devono possedere per vendere e per poter soddisfare le esigenze del cliente della rete; queste sono: la gestione di un catalogo dei prodotti, un carrello virtuale, un sistema di generazione dell’ordine, un sistema di pagamento nonché un’interfaccia per amministrare l’intero negozio.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Roberto Ghizzioli Contatta »

Composta da 233 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1669 click dal 27/10/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.