Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il conflitto Israelo-Palestinese: la prospettiva psicologica di Daniel Bar-Tal

DAniel Bar-Tal, psicologo sociale Israeliano, ha compiuto lunghi studi sulla psicologia del conflitto. Questa tesi cerca di portare a conoscenza dell'ambiente accademico Italiano una prospettiva spesso e volentieri tralasciata, nella speranza che essa possa servire a comprendere in maniera "differente" il sanguinoso conflitto che da piu di un secolo distrugge il Medio Oriente.
Attraverso lenti conoscitive di orientamento marcatamente cognitivo-interazionista vengono costruite teorie sociali sull'eruzione, la continuazione e le possibili soluzioni del conflitto.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE 1) PERCHE’ QUESTA TESI ? E’ un’operazione sensata tentare di leggere la vicenda dei popoli Israeliano e Palestinese in termini psicologici? Mi sono posto questa domanda un numero infinito di volte. Nonostante non sia stato in grado di trovare una risposta definitiva soddisfacente, ho deciso di affrontare la sfida che tale questione pone. Il mio personale interesse per la vicenda ha svolto un ruolo fondamentale nell’orientarmi nella scelta. Mi è parsa inoltre molto stimolante la possibilità di applicare i concetti della psicologia sociale cognitiva, in particolare l’elaborazione di questi operata da Daniel Bar-Tal, ad una realtà così concreta eppure così mutevole e così sfuggente alla nostra comprensione. Le chiavi di lettura concettuali proposte da questo psicologo della School of Education dell’Università di Tel Aviv possono risultare estremamente utili per comprendere aspetti che raramente vengono inclusi nelle riflessioni e nelle spiegazioni sulle dinamiche conflittuali che hanno luogo tra i due popoli. Sarebbe d’altro canto un peccato d’ingenuità ritenere che un tale approccio possa fornire una spiegazione in qualche maniera esaustiva; esso va visto nell’ottica di un semplice contributo, un’integrazione di un’analisi alla quale è necessariamente richiesto di essere multi-disciplinare.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Emiliano Subissi Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2836 click dal 29/10/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.