Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cinema e fumetto: il caso Dylan Dog

Il cinema e fumetto hanno un linguaggio che si interseca nella struttura narrativa dei due media. Il successo di Dylan Dog riguarda la capacità osmotica del fumetto nei confronti del cinema.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 PREMESSA Gli anni settanta rappresentano una involuzione di comportamento nel consumo dei costrutti culturali. Le crisi petrolifere, che aumentano vertiginosamente il prezzo della carta, e le prime esperienze di emittenza radiofonica e televisiva privata radicano nei consumatori nuovi processi di interazione e preferenze di medium. Come le generazioni precedenti avevano abbandonato le sale cinematografiche e la radio le nuove realtà di emittenza privata mettono in crisi la Rai di Bernabei fino ad allora unica produttrice di fiction in Italia. L'aumento delle frequenze inonda gli spettatori di una, fino ad allora impensata, opportunità di consumo televisivo. Con le prime emittenti libere, legittimate, nel 1973, con l'assoluzione di Telebiella che nel 1971 aveva rotto il monopolio RAI, aumentano le ore di programmazione e di conseguenza anche il consumo di TV. Si arriva così agli anni ottanta in cui le televisioni conquistano incontrastate il primato sull'immaginario collettivo tanto da far parlare di assuefazione televisiva e tele dipendenza 1 . 1 Il predominio televisivo conquistato dalle reti televisive dalla fine degli anni settanta è emblematicamente narrato dalla constatazione del protagonista del romanzo di Nanni Balestrini "Gli invisibili" edito da Bompiani .

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giannaldo Fedrigo Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10768 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.