Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il matrimonio del minore

Studio della minore età, intesa come limitativa della capacità di agire o della capacità giuridica.
Studio delle condizioni in presenza delle quali un minore di età può accedere al negozio giuridico del matrimonio, con le successive modifiche della capacità di agire (emancipazione).

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I LA CAPACITA’ 1. Rilievi generali Quando si parla di capacità nel nostro ordinamento si fa riferimento in maniera principale a due diversi tipi di capacità: quella di agire e quella giuridica. Si assiste a continue “dispute” teoriche su rinvii dall’una all’altra categoria. Cosa certa è che non si è ancora riusciti, nonostante tutte le nozioni elaborate, a raccogliere il consenso di tutti gli orientamenti dottrinali. Di tutte queste incertezze ed elaborazioni in parte è responsabile lo stesso legislatore, il quale dopo aver delineato nei primi due articoli del codice civile i concetti di capacità giuridica e di capacità di agire, poi utilizza il termine di capacità per tutta una serie di altri fenomeni: per gli impedimenti all’affidamento dell’ufficio di tutore (art. 348), di protutore (art. 355), a proposito del lutto vedovile, e via dicendo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Moira Montacchiesi Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5099 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.