Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti delle variazioni dell'inter stimulus interval sulla P300 nel protocollo oddball acustico

L’obiettivo della tesi si inquadra nel valutare l’inter - stimulus interval limite, entro il quale la caratteristica componente P300, può ancora essere elicitata, valutare i cambiamenti nelle sue caratteristiche e confrontarle con le caratteristiche ottenute ad ISI più brevi, tenendo presente l’influenza che un’attesa maggiore allo stimolo può avere sull’attività elettrica cerebrale identificata da questa componente.
La componente P300, è la più studiata nell’ambito dei potenziali evento-correlati e riflette i processi connessi all’identificazione e decodificazione del messaggio cognitivo.
I dati ottenuti dalle registrazioni sono stati elaborati statisticamente per valutare se ed in che entità ci fosse un degrado nella componente P300 al variare dell’Inter Stimulus Interval, quindi calcolati e confrontati i coefficienti di correlazione degli stimoli per ogni ISI.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione: Le conoscenze neurologiche dei legami tra strutturazione delle aree funzionali e le corrispondenti strategie cerebrali di apprendimento e concentrazione, rappresentano un’importante conquista concettuale per capire ed attuare nuovi sistemi di studio nel campo dell’utilizzazione dell’innovazione tecnologica per i processi cognitivi; Nel corso di questo studio, sono state effettuate delle registrazioni di potenziali evento correlati (ERPs) in 10 soggetti normali, utilizzando un protocollo di stimolazione “Oddball” acustico costituito da due stimoli differenti per intensità e frequenza, somministrati binauralmente, con l’obbiettivo di elicitare la componente “P300”, che rappresenta i potenziali evocati cognitivi, (i quali dipendono da processi endogeni), con inter-stimulus interval ( ISI ) a partire da 1.5 - 2.5 secondi fino a 9.5 – 10 secondi, per apprezzare quindi una valida risposta elettrofisiologica anche ad intervalli di stimolo più lunghi. L’ obbiettivo di questo lavoro si inquadra quindi nel valutare l’inter - stimulus interval limite, entro il quale la componente caratteristica P300, può ancora essere osservata;

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Manuela De Baggis Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1677 click dal 16/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.