Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Accesso e trasparenza nell'attività della Pubblica Amministrazione

La dissertazione affronta il tema della trasparenza amministrativa con particolare riferimento all’istituto del diritto di accesso ai documenti amministrativi introdotto, in via generale, dagli artt. 22 e ss. della Legge n. 241/1990.
In breve, il primo capitolo è dedicato alla ricostruzione del profilo storico dell’istituto e ad un inquadramento del principio di trasparenza amministrativa. Nel secondo capitolo si trattano gli aspetti inerenti al profilo soggettivo ed oggettivo nonché alla tutela giurisdizionale del diritto di accesso ai documenti amministrativi. Il terzo capitolo, invece, affronta alcune problematiche concernenti la non ostensibilità, in particolare la questione dell’accessibilità degli atti iure privatorum detenuti o utilizzati dalla P.A. ed il conflittuale rapporto esistente tra il diritto di accesso e la tutela della riservatezza o della c.d. privacy. Nel quarto capitolo, infine, l’analisi si sposta sui profili attuativi coinvolgento anche altri istituti (quali, ad es., l’U.R.P. e il Difensore civico) chiamati a garantire, a diverso titolo, la realizzazione sia del diritto di accesso che di una maggiore trasparenza dell’attività amministrativa.
Il lavoro è stato apprezzato dalla Commissione esaminatrice che gli ha riconosciuto, in sede di discussione, il massimo dei punti previsti (otto punti) dall’ordinamento dell’Università di Bari per la valutazione di una tesi di Laurea

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Capitolo primo: Principi generali: trasparenza dell’attività amministrativa e diritto all’informazione . 1. Una “svolta”nel rapporto tra P. A. e cittadini : la L. n. 241/1990 e il diritto di accesso ai documenti amministrativi. L’introduzione, in via generale, nel nostro ordinamento dell’istituto del diritto di accesso ai documenti amministrativi ad opera del capo V della L. 7 Agosto 1990 n° 241 1 , è stata salutata come un fatto di rilevanza epocale data la sua centralità in quella che taluni hanno definito la riforma operante una “rivoluzione copernicana” nel rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini 2 . Nella cornice di una legge generale che, sin dal primo articolo, sancisce che l’attività amministrativa debba essere 1 Legge recante ”Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”. 2 L’espressione utilizzata dal ministro per la funzione pubblica del tempo è ripresa da F. CARINGELLA, R. GAROFOLI, M. T. SEMPREVIVA, L’accesso ai documenti amministrativi. Aspetti sostanziali e processuali , Giuffrè, Milano 1999, .2 e da M. CLARICH Diritto di accesso e tutela della riservatezza: regole sostanziali e tutela processuale, in Riv. Dir. Proc. Amm., 1996,.430.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Benedetto Piarulli Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13539 click dal 07/12/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.