Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pinocchio come personaggio Drammatico

Pinocchio vive nel teatro, ha un legame fortissimo con il legno della struttura teatrale, con le assi del palcoscenico. Un’identità di materia, un’elezione di spirito.
Pinocchio è quindi figura di racconto e persona teatrale.
Il successo di Pinocchio nel cinema, sulla scena e nelle arti in genere, la sua diffusione a livello di mito, la sua popolarità internazionale, non si spiegano facilmente con i percorsi critici tradizionali. Il burattino di legno, oltre la dura scorza dell’apparenza, cela una vitalità simbolica, una significazione ulteriore; tale vocazione al significato, al sottotesto, al sottaciuto, la porta inevitabilmente, tra i vari sentieri percorribili, particolarmente al teatro, alla scena teatrale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 STORIA DI UN BURATTINO Pinocchio il burattino, il mito che si è fatto carne originandosi dal legno. Personaggio dalla genesi vegetale e magica, la figura del Collodi si staglia, eterna, riconoscibile, ambigua, come un’ombra prodotta dall’uomo ed allo stesso tempo dotata di vita e azioni proprie. Il successo di Pinocchio nel cinema, sulla scena e nelle arti in genere, la sua diffusione a livello di mito, la sua popolarità internazionale, non si spiegano facilmente con i percorsi critici tradizionali. Il burattino di legno, oltre la dura scorza dell’apparenza, cela una vitalità simbolica, una significazione ulteriore; tale vocazione al significato, al sottotesto, al sottaciuto, la porta inevitabilmente, tra i vari sentieri percorribili, particolarmente al teatro, alla scena teatrale. Pinocchio vive nel teatro, ha un legame fortissimo con il legno della struttura teatrale, con le assi del palcoscenico. Un’identità di materia, un’elezione di spirito. Pinocchio è quindi figura di racconto e persona teatrale. La sua natura di mito lo ha reso materia di studio e di analisi; il suo lottare per diventare bambino, per “ridursi all’umano”, ne accrescono il fascino sottile. Egli è quindi dapprincipio un simbolo: il divino che diventa uomo. La sua tragicità alberga nella peripezia e solo in essa - nella fabula - avvengono le mutazioni.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Dario Venturi Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5900 click dal 13/12/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.