Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione dei sistemi di e-Procurement

Questa tesi è analizza e approfondisce le metodologie di valutazione dei sistemi di e-procurement .

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione generale Oggetto di questo studio è la valutazione dei sistemi per la gestione di servizi di e- Procurement del settore pubblico, i quali si presentano sotto forma di siti web con applicazioni online finalizzate sia al semplice supporto sia alla completa realizzazione in rete del processo di approvvigionamento di beni e servizi da parte delle Amministrazioni; l’adozione di soluzioni di e-Procurement comporta per le P.A. vantaggi sia di tipo quantitativo (costi di acquisto minori e risparmio di risorse umane) sia di tipo qualitativo (riduzione della durata e della complessità gestionale del processo). Il lavoro sviluppato si propone di descrivere i sistemi per l’e-Procurement e di valutare gli operatori che destano il maggiore interesse fra gli esperti in materia; la valutazione è finalizzata ad evidenziare i punti di forza e di debolezza di ciascun sito web in modo da poter trarre, alla fine, delle conclusioni generali relative alle criticità comuni riscontrate all’interno del settore. La tesi è costituita da sette capitoli (vedi Figura A). Il primo capitolo focalizza l’attenzione sull’e-Procurement ovvero sull’utilizzo delle tecnologie Internet nel processo di approvvigionamento di beni e servizi da parte di aziende ed Amministrazioni Pubbliche. Dato che non potrebbe esistere e-Procurement senza Internet, il secondo capitolo focalizza l’attenzione sul funzionamento della rete. Diversi studi hanno dimostrato che i parametri in base ai quali è possibile valutare la qualità di un sito Internet, e quindi anche di un sistema di e-Procurement, sono due: l’usabilità e l’accessibilità. Il terzo capitolo focalizza l’attenzione sull’usabilità dei sistemi la quale è legata alla loro semplicità d’uso; infatti, un sito si può considerare usabile se è “facile da apprendere, consente un’efficienza di utilizzo, è facile da ricordare, permette pochi errori di interazione e di bassa gravità, è piacevole da usare” (J. Nielsen). Il quarto capitolo prende in esame l’accessibilità dei siti web, requisito dei sistemi che garantiscono la fruibilità delle risorse in rete anche agli utenti afflitti da handicap fisici (disabilità della vista, uditive o motorie), tecnici (software o hardware datati), cognitivi (scarsa preparazione informatica o basso livello culturale) o del linguaggio (documenti riportati in una lingua sconosciuta).

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabio Cappuccio Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2876 click dal 25/01/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.