Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I coproliti del giacimento di Pietraroia (BN): analisi morfologica ed ipotesi paleoecologiche.

Il seguente lavoro di tesi si propone dei fare una panoramica generale sulle tracce fossili chiamate “coproliti” e in particolare di studiare quelli ritrovati nel plattenkalk beneventano di Pietraroia.
Dopo aver introdotto le caratteristiche del sito, si cercherà di risalire al presunto produttore dei campioni osservati, attraverso lo studio delle inclusioni presenti e delle altre caratteristiche pervenute. D’altra parte il campo di studi relativo ai coproliti è davvero molto ampio e soprattutto rivalutato solo di recente dai paleontologi; questo rende particolarmente ostico ma semmai ancor più interessante
l’argomento in oggetto. Le tecniche utilizzate per lo studio dei campioni verranno altresì illustrate.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Il seguente lavoro di tesi si propone dei fare una panoramica generale sulle tracce fossili chiamate “coproliti” e in particolare di studiare quelli ritrovati nel plattenkalk beneventano di Pietraroia. Dopo aver introdotto le caratteristiche del sito, si cercherà di risalire al presunto produttore dei campioni osservati, attraverso lo studio delle inclusioni presenti e delle altre caratteristiche pervenute. D’altra parte il campo di studi relativo ai coproliti è davvero molto ampio e soprattutto rivalutato solo di recente dai paleontologi; questo rende particolarmente ostico ma semmai ancor più interessante l’argomento in oggetto. Le tecniche utilizzate per lo studio dei campioni verranno altresì illustrate.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Giuseppe Russo Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1703 click dal 14/01/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.