Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il commercio di false reliquie nel Regno di Napoli

il commercio di false reliquie nel regno di Napoli è una tesi di ricerca di taglio storico, volta a comprendere i modi di vita della popolazione meridionale, vissuti nella fede cristiana tra la fine del XVII secolo e la prima metà del XVIII. Nella vita religiosa del mezzogiorno credenze popolari, magismo e religione ufficiale si mescolano nella cultura barocca e preilluministica. Sono i santi che raccolgono queste tensioni, incarnando quel bisogno collettivo di protezione che si traduce in un universo di pratiche e di tecniche devozionali. I sistemi di diffusione sociale della santità e come essa si espande per contagio a partire dai grandi modelli di santi e di beati per proliferare in una folta schiera di guaritori e mistici, che assumono il ruolo di intercessori tra l'umano e il divino. Per il devoto il luogo dove è vissuto il santo diventa magico tanto da emanare benessere e guarigioni, il suo corpo diventa, in vita oggetto di culto per essere dopo la morte inserito in quel numero infinito di reliquie, continuando così a diffondere il suo potere apotropaico e miracoloso.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il commercio di false reliquie nel Regno di Napoli, è una ricerca di taglio storico, volta a comprendere i modi di vita della popolazione meridionale, vissuti nella fede cristiana tra la fine del XVII secolo e la prima metà del XVIII. Il lavoro è articolato in due parti; nella prima mi sono soffermato: sul contesto storico, le missioni e sulla religiosità popolare; nella seconda vi sono le rielaborazioni di tre processi del S. Ufficio. Inoltre vi è anche un’appendice documentaria composta da trascrizioni del documento originale.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Nizar Fanelli Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2244 click dal 17/01/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.