Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Euroregione Alto Adige-Suedtirol: un modello di convivenza interetnica in Europa?

La tesi valuta se l'Alto Adige può dirsi veramente un "modello" di convivenza interetnica in Europa. Dapprima c'è un introduzione di stampo sociologico dove si enucleano i termini di etnia, identità ed etnonazionalismo. Dopo un'introduzione storica si passa a un'analisi politica locale ed europeista. Infine un lavoro di ricerca con interviste ai personaggi politici e cultori storici.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREFAZIONE Nelle società complesse di questi ultimi anni sono intervenuti dei processi di trasformazione di grande portata e peso politico che hanno confermato la difficoltà di sviluppare una teoria del mutamento sociale. Si è cercato di far fronte a tale difficoltà attingendo a due tendenze apparentemente contrapposte. Da un lato quella della globalizzazione, ovvero la concreta strutturazione del mondo come un tutt’uno; essa è legata ai valori della tecnologia e dell’economia di mercato e, anche se favorisce una omogeneizzazione delle forme di vita, si rivela del tutto inadeguata a fornire una base comune della convivenza tra gruppi e/o popoli diversi. Dall’altro lato quella che ha visto affermarsi sempre più processi di differenziazione e fenomeni di particolarismo e localismo all’interno di ciascuna unità sociale; la verità vissuta da ciascuno non può essere imposta agli altri, ma soltanto proposta lasciando gli altri liberi di accoglierla o rifiutarla. In questa prospettiva, a mio avviso, il riconoscimento della differenza dell’ “Altro”, proprio in quanto irriducibile ad ogni definizione di identità, non è in contraddizione con la solidarietà universale. L’alternativa tra esclusivismo etnico e convivenza plurietnica costituisce la vera questione chiave nella problematica etnica oggi; tale convivenza può essere percepita e vissuta come arricchimento piuttosto che come condanna. Il passato storico in questo campo non ha dato buona prova di sé, sia attuando politiche di inclusione forzata (assimilazione, divieto di parlare la propria lingua o di professare la propria religione,…) sia attuando politiche di esclusione forzata (emarginazione, ghettizzazione, fino ad arrivare in casi estremi allo sterminio).

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Antonio Iovieno Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2188 click dal 31/01/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.