Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo del design di moda per una strategia di sviluppo e di diffusione dell'innovazione tessile. Applicazione dei tessuti a rilascio di sostanza JL Well Being/Bayer Chemicals Italia per la linea Imec Sentirsi Bene.

Il settore moda Made in Italy sta attraversando una fase di cambiamenti. Le imprese per rimanere competitive hanno reagito puntando sulla riorganizzazione interna e dei rapporti con gli attori della filiera facendo leva sull’innovazione, sulle nuove tecnologie e sulla creatività, caratteristica indispensabile soprattutto degli addetti al marketing, alla ricerca e sviluppo e alla progettazione. I designer di moda dal XX secolo continuano a trovare nelle innovazioni tessili nuova ispirazione. Negli ultimi anni i settori della ricerca estremi sono guardati con molto interesse per trasferire nuovi materiali in capi e accessori capaci di rispondere al bisogno di comfort del consumatore postmoderno, dando forma e funzione a un’innovazione che spesso è invisibile agli occhi. Il tessile di conseguenza sente la spinta a proporre prodotti innovativi, orientando la propria offerta su nuove fibre, strutture e finissaggi per ottenere effetti estetici, garantire prestazioni tecniche e valenze etiche ormai imprescindibili quali la multiprotezione, la sostenibilità e la praticità. I produttori cercano di corrispondere a un’esigenza di benessere psico-fisico con i tessuti capaci di trasmettere sostanze benefiche al corpo. Bayer Chemicals Italia ha avanzato una proposta innovativa a livello mondiale sviluppando nel 2002 la tecnologia della microincapsulazione di sostanze lanciando i propri prodotti di finissaggio con il progetto ‘Bayscent stati d’animo sui tessuti’. L'occasione di una partnership per la sperimentazione con acerola (vitamina C) e ginseng è stata colta anche da Jersey Lomellina e Imec, dove ho sostenuto uno stage che mi ha permesso di analizzare i risultati raggiunti e le realtà produttive in cui inserire l’intervento progettuale. Si è partiti individuando un target donna sensibile alla cura del corpo e disponibile al concetto di ricarica, frequentatrice di centri benessere, termali, estetici, fitness. La linea di V-shorts si presenta come una serie di pantaloni che possono essere trasformati in maglietta tagliando il tassello centrale. Il Gruppo ha garantito consulenze e suggerito i contatti con aziende fornitrici quali Bianchi Marè per le prove di saldatura ad ultrasuoni, Dyloan e Framis Italia per le adesivizzazioni a caldo, con l’obiettivo di sperimentare assemblaggi che permettessero di tagliare liberamente il capo. Con questo progetto si è voluto dimostrare come il design di moda abbia un ruolo centrale per la valorizzazione della ricerca di tutta la filiera, trovando sinergie trasversali per proporre soluzioni concrete di sviluppo e di diffusione dell’innovazione tessile.

Mostra/Nascondi contenuto.
9ABSTRACT Negli ultimi anni la situazione del settore moda è delicata in seguito alla crisi generalizzata dei mercati e ad un aumento della concorrenza globale. Le imprese hanno reagito attraverso le leve dell’innovazione, del progresso tecnologico, della creatività, del marketing e della ricerca e sviluppo per diventare sempre più competitive. I settori di ricerca estremi sono una fucina di nuovi materiali che aspettano di essere trasferiti in applicazioni quotidiane capaci di rispondere al bisogno di comfort del consumatore postmoderno: il design di moda è capace di cogliere questa sfida. Il tessile orienta sempre più la propria offerta su nuove fibre, strutture e finissaggi per ottenere effetti estetici, multiprotezione, sostenibilità e praticità. Il benessere totale è perseguito soprattutto con i tessuti attivi capaci di trasmettere sostanze benefiche al corpo. Bayer Chemicals Italia ha sviluppato la tecnologia della microincapsulazione di sostanze nei tessuti e lanciato il progetto Bayscent Stati d’Animo Sui Tessuti per valutarne le possibili applicazioni. Jersey Lomellina ha messo a disposizione di Bayer i propri tessuti: Essence all’Acerola ed Effect al Ginseng sono le due proposte risultanti commercializzate nel pacchetto JL Well Being. La fase di sperimentazione presso la consociata Imec non ha dato risultati soddisfacenti e in generale Essence ed Effect, sembrano non riuscire ancora a trovare un ambito di applicazione con cui sfondare. Le problematiche produttive sono state uno stimolo a trovare soluzioni da rilanciare all’interno della linea Imec Sentirsi Bene, capaci di valorizzare tutte le proprietà del tessuto. La linea di V-shФrts si presenta come una serie di pantaloni che possono essere trasformati in maglietta tagliando il tassello centrale, per velocizzare le operazioni di cambio e ridurre le scorte dei centri benessere dove verranno commercializzati. Con questo progetto si è voluto dimostrare come il design di moda ha un ruolo centrale per la valorizzazione della ricerca di tutta la filiera, trovando sinergie trasversali per proporre soluzioni concrete di sviluppo e di diffusione dell’innovazione tessile.

Tesi di Laurea

Facoltà: Design e Arti

Autore: Marilena Verderio Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11002 click dal 17/02/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.