Skip to content

Rilievi Sperimentali sui Termosifoni Bifase in Contro Gravità

Informazioni tesi

  Autore: Giacomo Salvadori
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Aerospaziale
  Relatore: enrico Maria Latrofa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 223

I circuiti chiusi a circolazione naturale del fluido vettore, noti con il generico nome di termosifoni, sono sempre più utilizzati in numerosi settori, quali le applicazioni industriali di processo, il riscaldamento di tipo solare, il condizionamento dell’aria o i sistemi di raffreddamento in generale, soprattutto per i vantaggi che essi offrono rispetto ai sistemi a circolazione forzata. Tali vantaggi si concretizzano in una maggiore affidabilità, legata all’assenza di parti meccaniche in movimento, alla facilità di gestione di fluidi vettori tossici o nocivi ed ad un ridotto consumo energetico.
Un loro limite è costituito dal fatto che, pur trasferendo massa e calore in maniera passiva (senza l’introduzione di lavoro dall’esterno), ciò può avvenire esclusivamente in regime permanente e con una rigida disposizione delle sorgenti termiche: sorgente calda posizionata a quota inferiore rispetto alla sorgente fredda. Tale limite può essere vincolante in applicazioni quali solari, geotermiche o spaziali.
In letteratura sono presenti numerosi studi ed applicazioni di dispositivi a circolazione naturale in grado di operare con qualsiaisi disposizione delle sorgenti (anche in assenza di gravità) sfruttanti principi diversi.
Una delle tipologie più note è quella dei tubi di calore con matrici porose, che sfruttano forze capillari per vincere la pressione idrostatica e le perdite di carico fornendo la prevalenza necessaria alla circolazione del fluido vettore. Dai classici tubi di calore si sono sviluppati tubi con condotti separati per il trasporto della fase liquida e della fase di vapore (Loop Heat Pipes, Capillary Pumped Loops). Alcune altre varianti sono rappresentate dai tubi di calore sfruttanti forze osmotiche o elettroosmotiche ed i tubi di calore ad iniezione di bolle (bubble pumps).
La tipologia di dispositivi a circolazione naturale in controgravità, meno nota, invece sfrutta esclusivamente gli scambi termici, esercitati in punti differenti del circuito, per ottenere oscillazioni di pressione all’interno dei propri componenti. Tali oscillazioni sono in grado di garantire una circolazione pulsata del fluido vettore. Per aumentare la forza fluidomotrice in questi dispositivi si utilizzano fluidi in cambiamento di fase. Le macchine così operanti prendono il nome di termosifoni bifase in controgravità e sono state studiate principalmente per il settore del riscaldamento solare di abitazioni o locali in zone non elettrificate e per il raffreddamento della componentistica elettronica.
In questo lavoro viene eseguita una descrizione dei principali dispositivi per il trasporto di massa e calore in controgravità e viene condotta un’analisi sperimentale delle prestazioni di un termosifone bifase in contrgravità al variare delle condizioni operative. Particolare attenzione è posta sull'influenza della potenza termica, trasferita fra le sorgenti, nei confronti dei principali parametri di esercizio. Il lavoro intende dare una caratterizzazione del funzionamento di questo tipo di apparati, evidenziando anche l'eventuale presenza di limiti operativi legati al trasporto di massa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Simbologia essenziale 7 SIMBOLOGIA ESSENZIALE Q quantità di calore Q & potenza termica Q d calore dissipato per convezione naturale f coefficiente d' attrio T temperatura P,p pressione m& portata di massa A area D diametro L lunghezza r calore latente di vaporizzazione G portata volumetrica F forza fluidomotrice H,h quota V volume Re n° di Reynolds u velocità x titolo ∆P c perdita di carico concentrata ∆P d perdita di carico distribuita g accelerazione di gravità pedici e evaporatore a accumulatore c condensatore g vapore l liquido ha idroaccumulatore t valore trasferito m valore medio p di parete

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

circolazione naturale
controllo termico
fluidodinamica bifase
perdite di carico
raffreddamento
termosifone
tubo di calore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi