Skip to content

La poetica del confine.Tre poesie tradotte di Robert Frost

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Marangoni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Andrea Molesini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 211

La poesia di Robert Frost non si colloca in alcuna corrente; egli non era un modernista, infatti adoperava temi e metri tradizionali, non era un relitto del passato, come molti hanno sostenuto, ma un poeta che non amava le definizioni riduttive. L’ essenza della poesia di Frost si trova nella tensione tra opposti, nel confronto continuo tra elementi discordanti in cui si cerca un difficile quanto precario equilibrio. R. Poirier, uno dei critici più autorevoli, parlò di home and extravagance, definizione che comprende tutte le antitesi presenti nel poeta: la forza espressiva bilanciata dalla rigidità metrica, il selvaggio mondo della natura di fronte alle regole e tradizioni dell’uomo, la forza prorompente del dolore che distrugge calmi ragionamenti.
Attraverso tre poesie, che coprono le tre aree principali del corpus frostiano, si è appunto cercato di far emergere questo ininterrotto dialogo tra estremi e di far uscire Frost dalla banalità di letture affrettate.
La prima, “Come in” è una delle liriche migliori e rappresenta magistralmente il fascino misterioso e pericoloso della morte. “Home Burial” è invece una delle migliori poesie drammatiche mai scritte: in essa, come ha sostenuto I. Brodskij, si danno battaglia le opposte voci del Dolore e della Ragione, che rispecchiano anche l’eterno conflitto tra uomo e donna.
Infine, “Mending Wall” è uno squarcio narrativo, almeno ad una prima lettura. Si tratta in realtà di un dialogo abortito in un monologo, teso a descrivere con tinte benignamente ironiche la solitudine di ogni uomo, ma lo si può anche vedere come metafora della scrittura, vista come armonia tra forma e ispirazione.
Le tre opere vengono commentate prima in lingua originale e poi nelle traduzioni fatte in italiano, al fine di comprendere come il poeta è stato recepito nel nostro paese.
L’ultima parte riguarda appunto la critica italiana, che, nella maggior parte dei casi, ha preferito relegare Frost tra i tradizionalisti, dandone un’idea distorta e banalizzata;
ma non si possono dimenticare i commenti di autorevoli studiosi e traduttori, come G. Giudici e M. Bacigalupo, che sono riusciti a trasmettere l’enorme ricchezza del pensiero frostiano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Se si pensa alla poesia Americana del Novecento i primi nomi che vengono in mente sono quelli di Pound ed Eliot, non certo quello di Robert Frost; eppure egli fu ritenuto vate nazionale, anche se non ufficiale, degli Stati Uniti. Non fu un innovatore, ma si contentò di definirsi un artigiano del verso. Non fece parte di nessuna avanguardia, eppure anch’egli ebbe la sua parte nel modernismo. Scelse di descrivere la regione in cui si erano stabiliti i suoi antenati e in cui aveva deciso di vivere, il New England, ma questo non vuol dire che fosse un “regionalista”. Parlare di Robert Frost significa affrontare un autore in cui convivono diverse tensioni, che non bloccano, ma arricchiscono di sfumature una poetica che vuole mostrarsi semplice, limpida. << I’m an ordinary man, I guess. That’s what’s the trouble with me. I like my school and I like my farm and I like people. Just ordinary, you see. 1 >> Da un poeta che si definisce “un uomo comune” non ci si può aspettare che opere semplici e tranquille, composte secondo i metri tradizionali. Ed è proprio questo il grande tranello in cui si rischia di cadere nel commentare Frost: sottovalutare la portata della sua voce, relegandolo negli angusti spazi di una poesia regionale versata solo nei lavori campestri. Lo si potrebbe chiamare un neo-romantico e citare le parole che Wordsworth scrisse nella famosa introduzione delle Lyrical Ballads; e in effetti molti critici si sono soffermati sulla somiglianza tra i due artisti. Ma chi abbia letto attentamente Frost non può non aver colto una differenza fondamentale: dove il poeta del Lake District vedeva l’unione spirituale tra l’uomo e la Natura, il cantore del New England non può che constatarne la scissione. L’epoche sono cambiate e se il Novecento viene considerato il secolo delle divisioni per eccellenza, allora Robert Frost è 1 << Sono un uomo comune, credo. Questo è il mio problema . Mi piace la mia scuola, la mia tenuta e mi piace la gente. Proprio comune, come vedete >> in Interviews with Robert Frost, a cura di E. C. Lathem, New York, Holt, Rinehart and Winston, 1966, p. 53.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brodskij
come in
frost
giiovanni giudici
home burial
letterature comparate
mending wall
poesia
poirier
traduzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi