Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Yacht Club e Centro Velico "Lunae"

LA LINEA DEGLI INTENTI
Sin dalle sue origini l’architettura si sviluppa tramite metafore, tramite parallelismi con la vita e tutte le sue forme.
Io scelgo una poesia, espressione massima di METAFORE, che nella sua ingenuità sembra inserirsi in modo perfetto all’interno del mio CONTESTO architettonico:
un FIUME, il Magra, che si incontra con il MARE; un lembo di terra che è funzione dello scorrere, di un passaggio a volte lento o burrascoso, un fluire ininterrotto del tempo che modifica ciò che sta intorno ad esso.
La poesia mi offre spunti e percorsi (FORMA e CONCETTO) da seguire che si mantengono legati tra loro grazie ad un elemento definito, un tratto d’unione CARATTERISTICO che sin dalle prime considerazioni si è delineato nel progetto: LA LAMA

_FORMA
La mia architettura ha un contesto naturale: la FOCE di un fiume.
Una parte del territorio spezzino che , nel corso dei decenni ha cambiato il suo aspetto a causa del fiume, del suo SCORRERE, del suo FLUIRE.
L’elemento FIUME ha determinato questi luoghi, ne è stato matrice principale.
Nella mia linea del tempo immaginaria questa matrice si è concretizzata in una serie di DIAGRAMMI che individuano delle TRACCE, delle INTERFERENZE, delle FORME.

_LE INFRASTRUTTURE
Tre segni, tre differenti funzioni : YACHT CLUB che ha una connotazione prevalentemente ad uso privato, riservato ai soci, di cui fa parte anche un ristorante; la PISCINA con i servizi annessi quali bar e amministrazione; la SCUOLA DI VELA.
Tre infrastrutture legate dal segno LAMA che le attraversa e le modella, che ne diventa quinta e parte strutturale.
Le funzioni di queste diverse architetture sono tratte da un Progetto Unitario di Intervento, il “Progetto Marinella” che prevede una riqualificazione turistica, ambientale e storica di tutto il comprensorio della Val di Magra che, ad oggi è completamente mancante di questi servizi.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 _FORMA La mia architettura ha un contesto naturale: la FOCE di un fiume. Una parte del territorio spezzino che , nel corso dei decenni ha cambiato il suo aspetto a causa del fiume, del suo SCORRERE, del suo FLUIRE. L’elemento FIUME ha determinato questi luoghi, ne è stato matrice principale. Nella mia linea del tempo immaginaria questa matrice si è concretizzata in una serie di DIAGRAMMI che individuano delle TRACCE, delle INTERFERENZE, delle FORME.

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Eva Ratti Contatta »

Composta da 24 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2177 click dal 15/03/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.