Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM)

La presente tesi di laurea, avente come tema "Gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM), è stata sviluppata da un punto di vista giuridico e non biologico, infatti, illustra l’intera normativa che riguarda gli OGM e alcuni riferimenti giurisprudenziali, sia nazionale che internazionale. Il tema OGM è uno degli argomenti che sta interessando molto la materia del Diritto Agrario visto che negli ultimi anni è stata adottata nell’ambito comunitario e nazionale una nuova normativa che regolamenta la loro coltivazione, commercializzazione ed etichettatura (Direttiva CE n. 18/2001 - Reg. CE n. 1829/2003 - Reg. CE n. 1830/2003 - D.L. n.279/2004). Le biotecnologie transgeniche applicate in agricoltura rappresentano una delle innovazioni più importanti che negli ultimi decenni hanno interessato il settore agricolo. I problemi posti dagli OGM sono molto ampi e la possibilità di riassumere un fenomeno così complesso ed intercorrelato con tante sfere delle attività umane è stato di difficile attuazione. La biotecnologia transgenica nasce essenzialmente come ricerca di soluzioni volte a risolvere i principali problemi connessi all’attività agricola, sotto un’ottica di miglioramento produttivo ed agronomico, di qui la ricerca, la gestione e la regolamentazione normativa appaiono essere i punti cruciali per uno sviluppo sicuro e sostenibile di una tale innovazione. Le necessità principali per una siffatta analisi giuridica risiedono nella comprensione del fenomeno nella sua vastità, ovvero tenendo conto: a) dei caratteri di resistenza e tolleranza agli insetti e agli erbicidi da parte degli OGM; b) ai vantaggi e svantaggi connessi alla coltivazione degli OGM; c) ai benefici per gli agricoltori e i consumatori; d) e all’aspetto giuridico della loro brevettabilità. Le normative sul rilascio ambientale degli OGM, le regolamentazioni sui brevetti e le protezioni commerciali giocano un ruolo essenziale nel definire le prospettive future dell’innovazione biotecnologica, determinandone il possibile scenario futuro e gli effetti sulla realtà socioeconomica mondiale. L’intento finale è stato quello di fornire una completa regolamentazione ed analisi giuridica tali da inquadrare il fenomeno biotecnologico, visto che nel momento in cui si scrive è stata portata una significativa modifica in materia di coltivazione ed etichettatura degli OGM. Un’attenta analisi è stata rivolta alla considerazione del principio di precauzione, alla commercializzazione degli OGM, all’etichettatura e alla loro coltivazione. L’analisi dell’impatto sanitario degli OGM sarà trascurato o trattato al minimo informativo, in quanto allo stato attuale non esistono strumenti per una tale verifica: infatti, non è possibile definire, con le conoscenze attuali, gli effetti che tali organismi potranno avere sulla salute umana e sull’ecosistema in generale. Il testo è stato strutturato in cinque capitoli, ognuno dei quali dedicato ad un particolare aspetto giuridico, all’interno dei quali vi sono continui richiami legislativi in materia e nella parte finale della tesi è riportata l’intera normativa che riguarda gli OGM.

Mostra/Nascondi contenuto.
VI INTRODUZIONE Le biotecnologie transgeniche applicate in agricoltura rappresentano una delle innovazioni più importanti che negli ultimi decenni hanno interessato il settore agricolo. I problemi posti dagli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) sono molto ampi, e la possibilità di riassumere un fenomeno così complesso ed intercorrelato con tante sfere delle attività umane è di difficile attuazione. Lo studio del fenomeno, nel lavoro che seguirà, sarà finalizzato da punto di vista giuridico alla comprensione e alla sintesi dello stesso, al fine di fornire al lettore un quadro esauriente della normativa europea, nazionale e regionale che regolamenta gli OGM. La biotecnologia transgenica nasce essenzialmente come ricerca di soluzioni volte a risolvere i principali problemi connessi all’attività agricola, sotto un’ottica di miglioramento produttivo ed agronomico, di qui la ricerca, la gestione e la regolamentazione normativa appaiono essere i punti cruciali per uno sviluppo sicuro e sostenibile di una tale innovazione. Le necessità principali per una siffatta analisi giuridica risiedono nella comprensione del fenomeno nella sua vastità, ovvero tenendo conto: a) dei caratteri di resistenza e tolleranza agli insetti e agli erbicidi da parte degli OGM; b) ai vantaggi e svantaggi connessi alla coltivazione degli OGM; c) ai benefici

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Graziano Rondinelli Contatta »

Composta da 284 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21009 click dal 11/03/2005.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.